Camminando tra trincee e panorami lungo la dorsale Sief e Col di Lana
Risorsa 5
Escursioni
Dom 07 luglio 2024
MEDIA - IMPEGNATIVA
6 ore
30€ SERVIZIO GUIDA CON ASSICURAZIONE
700 M E 10 KM DI SVILUPPO

Una montagna nera di roccia vulcanica circondata dai “Monti Pallidi”, si staglia imponente in contrasto con il bianco del ghiacciaio della Marmolada alle. Così appare all’escursionista questa strana dorsale montuosa formata dal Monte Sief e dal Col di Lana.

Durante i terribili giorni della Prima Guerra Mondiale, il Col di Lana era considerato dall’esercito Italiano la chiave di volta per l’invasione del Trentino. Per conquistare le sue inespugnabili postazioni furono sacrificate migliaia di vite, tanto da essere ribattezzato il “Col di Sangue”.

L’epilogo si ebbe con lo scoppio di una poderosa mina per mano Italiana che modificò per sempre la morfologia di questa montagna, senza però dare i frutti sperati.

In questo bellissimo anello escursionistico raggiungeremo ben due cime percorrendo le aeree creste solcate dalle trincee. Ci accompagneranno le storie e le gesta degli attaccanti Italiani e dei difensori Austroungarici, in un susseguirsi di racconti ed emozioni.

Partendo dal Castello di Andraz saliremo dolcemente tra gli abeti rossi del Bosch Roncion per arrivare nei bellissimi prati fioriti di Federa.

Saremo praticamente nel cuore delle Dolomiti Unesco e, una volta arrivati in cima, il panorama a 360° vi lascerà letteralmente senza parole… Marmolada, Piz Boè, Odle, Lagazuoi, Tofana, Cristallo e Pelmo sono solo alcune delle montagne che potremo ammirare.

N.B. Lungo la cresta che collega la vetta del Sief a quella del Col di Lana è presente un piccolo tratto con corrimano e gradini metallici. Pur non essendo particolarmente esposto o pericoloso, il passaggio richiede passo sicuro.

 

    Iscriviti via form